15

Mar

Una storia per il tuo lavoro… ma che lavoro fai?

Ebbene sì, ogni tanto ci viene in mente qualche novità. Questa volta tocca alle professioni. Alcune storie ci sono già, ma vi chiediamo: voi che lavoro fate? Che hobby avete? Ditecelo, e ci impegneremo a scrivere storie strappasorrisi tagliate su misura per voi. Cos’altro potete chiederci, la luna? No, per quella c’è già una storia…

Dimmi che lavoro fai e…

Ecco, sì, dimmi che lavoro fai e ti dirò che storia ti sta meglio addosso. Presto catalogheremo le storie in base alla professione svolta, ma nel frattempo fidatevi di noi. Abbiamo storie per qualche professione. Ci sono già gli OSS, i pianisti, gli scrittori e sono in arrivo due storie per idraulici e avvocati. Ma dite, ne volete altre? Siete insegnanti (cercheremo di portare rispetto per chi si occupa dell’educazione dei nostri figli), imbianchini, impiegati al catasto, beccamorti, spazzini, spacciatori di droga?

Fatecelo sapere

Sarebbe bello dare a ogni professione una sua dignità, quella che merita, per poi togliergliela divertendoci sui luoghi comuni della professione stessa. Andare al lavoro con una nostra maglietta sarà ancora più divertente. Certo, non me lo vedo un avvocato che va in Tribunale o in ufficio in felpa, ma magari quando è in gita, o in ferie, può indossarla. Dai, aspettiamo qua o sulla pagina Facebook di conoscere le vostre professioni.

E se le storie le fate voi?

Ecco, in questo caso è più semplice: partecipate al contest mensile o al contest 300 60 5 e fatevi avanti. O fatevi per scriverle. Non importa, l’importante è farsi:

  1. avanti;
  2. leggere;
  3. ridere in faccia.

Raccontateci una vostra avventura, la trasformiamo in una storia divertente, che fa pensare, che fa penare. In qualcosa la trasformiamo. E vi aspettiamo, come sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe interessarti anche...